FIT4BLUE, Haliéus presenta il primo studio comparato sul pescaturismo in Francia, Italia, Grecia e Spagna

(Agen Food) – Roma, 1 dic. – Haliéus partner del consorzio del progetto FIT4BLUE – Fishing Tourism for Blue Economy – guidato da Petra Patrimonia Corsica, e composto da altri partner di diversi Paesi quali Francia, Spagna, Italia e Grecia, presenta il primo risultato di progetto, che mira a far crescere l’imprenditorialità nel settore della pesca e dell’acquacoltura e a rafforzare la partecipazione dei giovani all’economia blu attraverso il pescaturismo.

Il primo risultato è uno studio comparativo dei 4 Paesi coinvolti nel progetto che, oltre a tracciare un quadro generale del quadro normativo e della realtà di ogni Paese in relazione al pescaturismo, conferma che il pescaturismo è uno strumento essenziale per la diffusione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, e dei principi della sostenibilità ambientale ed economica delle comunità costiere.

La legislazione in materia non è uniforme tra i Paesi ed è trattata solo in maniera preliminare a livello europeo. Differenze in termini di attività consentite nell’ambito del pescaturismo, mancanza di dati statistici ufficiali, assenza di programmi di formazione ufficiali e difficoltà organizzative e legislative a livello burocratico che interessano tutti i Paesi, sono alcune delle questioni che hanno portato allo sviluppo di questo studio comparativo che evidenzia ancora di più la necessità di creare un programma di formazione europeo, che racchiuda le peculiarità dei 4 paesi analizzati e promuova la diversificazione del settore a parità di parametri.

Nei prossimi mesi, il consorzio svilupperà due programmi di formazione standardizzati, uno per i formatori e l’altro per i pescatori/acquacoltori professionisti. Questi programmi saranno testati per la diffusione e messi a disposizione delle parti interessate del settore marittimo.

I commenti sono chiusi.