(Agen Food) – Napoli, 27 gen. – Al via il nuovo progetto di valorizzazione delle Alberate Aversane e dell’Asprinio, finalizzato alla diffusione della conoscenza del metodo tradizionale di lavorazione delle viti maritate a pioppo e dei relativi prodotti di vinificazione, attraverso l’utilizzo dei fondi stanziati dalla Legge Regionale n.11/2016.

Il progetto – promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e realizzato dal Consorzio di Tutela Vini di Caserta “Vitica” – prevede un percorso a più tappe per la realizzazione di specifiche azioni promozionali e di comunicazione, che si propongono di accrescere la notorietà dei vini ottenuti mediante il sistema di coltivazione Alberata Aversana e, in generale, delle produzioni enologiche a base di uve Asprinio (Doc, Igp e vini spumanti di qualità). La prima attività, denominata “Aversa Wine” sarà realizzata domani e dopodomani 28 e 29 gennaio con due momenti di presentazione dedicati alla stampa regionale e nazionale, finalizzati alla conoscenza dei vini e degli spumanti prodotti a partire da uve Asprinio. Tra le varie attività, sono previste degustazioni guidate alla presenza dei produttori presso l’Enoteca Provinciale di Caserta ed un wine-tour dedicato all’Alberata Aversana.

“Con questa iniziativa – ha dichiarato l’Assessore all’Agricoltura, Nicola Caputo – abbiamo inteso avviare un percorso operativo che possa contribuire alla tutela delle Alberate Aversane e alla promozione dei vini e degli spumanti a base di Asprinio per aiutarli a superare la dimensione locale, e ad affacciarsi con maggior forza sul mercato nazionale ed internazionale. Questo progetto, che vede il coinvolgimento dell’esperta Chiara Giovoni, ambasciatrice dello Champagne in Italia, è solo il primo step di una serie di azioni promozionali che proseguiranno in futuro, anche in vista di un possibile riconoscimento delle Alberate Aversane come patrimonio immateriale dell’UNESCO”.

Gli altri interventi programmati nell’ambito del progetto prevedono azioni di promozione dei vini da Asprinio, ed in particolare di quelli derivanti da Alberata, nell’ambito di manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali. Saranno acquisite due postazioni dedicate alle Alberate Aversane presso la fiera Wine Paris di Parigi dal 14 al 16 febbraio; due postazioni presso la fiera Prowein di Duesseldorf dal 15 al 17 maggio; al Vinitaly dal 10 al 13 aprile sarà realizzato un evento-degustazione dedicato all’Asprinio con buyer e giornalisti nelle sale del padiglione della Regione Campania.

Nell’ambito del progetto saranno anche condotte attività di studio e ricerca, e saranno prodotti contenuti specifici, per raccontare attraverso testi, immagini e video-racconti le storie dei vari produttori e delle particolarità del territorio, per una comunicazione integrata attraverso il web e i social media.

La zona regionale di coltivazione delle viti maritate a pioppo abbraccia in tutto 22 comuni campani: Aversa, Lusciano, Carinaro, Casal di Principe, Casapesenna, Cesa, Casaluce, Frignano, Gricignano di Aversa, Orta di Atella, Parete, San Cipriano d’Aversa, San Marcellino, Sant’Arpino, Succivo, Teverola, Trentola-Ducenta, Villa di Briano e Villa Literno, in provincia di Caserta; Giugliano in Campania, Qualiano e Sant’Antimo, nella città metropolitana di Napoli.

#asprinio #alberateaversane #vitica #vitimaritateapioppo