(Agen Food) – Roma, 29 nov. – Il 2 Dicembre 2021 si terrà l’incontro online di BovINE aperto a tutti gli attori e le parti interessate nell’allevamento e nella produzione di carne bovina.

Il 2° incontro internazionale del progetto H2020 BovINE finanziato dall’UE è ospitato dal partner estone Liivimaa Lihaveis. L’evento riunisce allevatori di bovini, consulenti, veterinari, produttori, fornitori, ricercatori e attori politici per condividere conoscenze e scambiare idee per stabilire la sostenibilità del settore bovino europeo.
“A nome di Liivimaa, l’Estonia è lieta di ospitare questo incontro di BovINE in un momento così critico nella storia del settore”, dice il manager della rete estone, Airi Külvet. “La rete di BovINE in 10 paesi permette l’accesso alle conoscenze esistenti e in via di sviluppo per migliorare non solo la salute e il benessere degli animali, ma anche la sostenibilità ambientale e la resilienza socio-economica della comunità degli allevatori di bovini, compresa l’efficienza della produzione. Inoltre, la conoscenza condivisa sui bisogni e le aspettative dei consumatori sulla qualità della carne ci aiuterà a pianificare il futuro”.

Il ministro estone per gli affari rurali, Urmas Kruuse, aprirà l’incontro con un discorso chiave sulla prospettiva dell’Estonia sulla sostenibilità e la carne bovina, seguito da una serie di sessioni presentate dai manager della rete BovINE e dai leader dei gruppi di lavoro tematici.

I risultati delle dimostrazioni e delle discussioni tenutesi nell’ultimo anno con e tra gli allevatori evidenzieranno le buone pratiche già in uso e le innovazioni di ricerca identificate nelle quattro aree tematiche del progetto: sostenibilità ambientale, resilienza socio-economica, salute e benessere degli animali, efficienza produttiva e qualità della carne.

Per consentire un produttivo scambio di conoscenze, la traduzione simultanea dal vivo in otto lingue europee sarà disponibile per tutti i partecipanti attraverso la piattaforma di incontro online. Le lingue disponibili sono inglese, estone, francese, tedesco, polacco, portoghese, spagnolo e italiano.

“Molte soluzioni alle sfide che il settore delle carni bovine deve affrontare esistono già”, dice la coordinatrice del progetto BovINE, Maeve Henchion di Teagasc. “Alcune sono soluzioni che gli allevatori hanno escogitato da soli e stanno già attuando in azienda, altre sono state sviluppate dai ricercatori e sono pronte a passare dalla ricerca alla pratica. BovINE ha raccolto soluzioni a temi specifici in tutte le dimensioni della sostenibilità da queste fonti nel 2021. Non vediamo l’ora di discuterle con gli allevatori, i consulenti, i ricercatori e tutti i rappresentanti della catena del valore della carne bovina nel nostro prossimo incontro”.

#BovINE #sostenibilità