(Agen Food) – Roma, 14 gen. – “Abbiamo il dovere morale di spendere nel miglior modo possibile i fondi che abbiamo a disposizione, non perché ce lo chiede l’Europa ma perché ce lo chiedono gli agricoltori e tutti coloro che permettono al Made in Italy agroalimentare di essere uno dei settori trainanti della nostra economia e di esportare nel mondo eccellenze”.

Lo ha detto il Sottosegretario alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, il Senatore Gian Marco Centinaio, intervenendo all’incontro organizzato da Confagricoltura Brescia su “Come le nuove norme tutelano gli agricoltori. Il ruolo delle organizzazioni agricole nell’attività di contrasto ai rapporti sleali tra le imprese alla luce del Dlgs n.198/2021”.

“Certo ora bisogna fare i conti con i rincari e le difficoltà causate dagli aumenti dei costi delle materie prime e dell’energia che si ripercuoteranno sul prezzo finale dei prodotti. Per questo servono soluzioni che tutelino il settore, che sta comunque vivendo un momento positivo. Tutti i partiti hanno collaborato in modo costruttivo per trovare nella Legge di Bilancio le soluzioni migliori, grazie anche al confronto con le associazioni di categoria”.

Centinaio ha poi ricordato come il Dlgs contro le pratiche sleali “aiuta la parte debole della filiera, che rischiava di subire più di tutti l’attacco da parte di chi aveva la possibilità di incidere sul prezzo finale. Agricoltori, allevatori e pescatori non devono più sentirsi l’ultima ruota del carro – ha concluso il sottosegretario – ma il motore del nostro paese, capace di dare slancio a tutto il Made in Italy”.

#madeinitaly #mipaaf #confagricolturabrescia