skip to Main Content

Insieme per gli oceani di Rio Mare e WWF

(Agen Food) – Roma, 28 nov. – “Insieme per gli Oceani”, il progetto di educazione alla sostenibilità dedicato alle bambine e ai bambini delle Scuole Primarie ritorna sui banchi di scuola ed entra a far parte del Piano RiGenerazione Scuola del Ministero dell’Istruzione come una delle eccellenze del Paese che si impegnano per rendere i giovani i protagonisti del cambiamento, promuovendo un approccio volto alla transizione ecologica e culturale all’interno degli ambienti scolastici. Nato dalla partnership tra Rio Mare, brand della Business Unit Food di Bolton Group, e WWF per un consumo ittico più consapevole e sostenibile, Insieme per gli Oceani è un viaggio alla scoperta degli ecosistemi marini, della biodiversità e delle piccole azioni che tutti possono mettere in atto per proteggere il nostro prezioso Pianeta Blu.

Sin dal 2016, Rio Mare e WWF collaborano per la salvaguardia degli oceani con l’obiettivo di promuovere soluzioni che inducano l’industria ittica ad adottare politiche sempre più sostenibili per ridurre i propri impatti sugli ecosistemi marini, e aumentare la trasparenza e la tracciabilità dell’intera filiera di approvvigionamento. Sono diverse le attività promosse a partire dall’acquisto del tonno che proviene esclusivamente da attività di pesca certificate MSC (Marine Stewardship Council) o coinvolte in progetti di miglioramento della pesca (Fishery Improvement Projects – FIPs) solidi e credibili, fino alla promozione di iniziative volte alla sensibilizzazione delle persone e del settore, di cui fa parte Insieme per gli Oceani.

Dopo essere stato valutato dal Ministero dell’Istruzione, il progetto è stato inserito all’interno del Piano RiGenerazione Scuola, pensato nell’ambito dell’attuazione dell’Agenda 2030 dell’ONU e dedicato alle iniziative educative sul tema della sostenibilità, che mira a valorizzare, mettere a sistema e implementare i progetti e le attività già in corso nelle scuole per offrire un ampio ventaglio di strumenti e risorse che le scuole potranno utilizzare per progettualità sui temi dello sviluppo sostenibile.

Il Piano coinvolge le diverse componenti dell’abitare la scuola: la rigenerazione dei saperi, dei comportamenti, delle infrastrutture e delle opportunità. Il progetto Insieme per gli Oceani fa parte del pilastro 2 “Rigenerazione dei comportamenti”, che prevede la concreta realizzazione di un insieme di attività formative e di linee guida per stimolare e invitare la comunità scolastica a modificare le proprie abitudini e gli stili di vita con un’attenzione in più verso i temi della sostenibilità.

Anche quest’anno il progetto dedicato ai bambini e le bambine delle Scuole Primarie mette a disposizione dei docenti materiali pronti all’uso, ricchi di attività pluridisciplinari pensati appositamente per permettere ai giovani studenti di imparare divertendosi e scoprire curiosità e genera spunti di riflessione. La nuova edizione dell’iniziativa, che vede protagonisti la piccola Ondina e il suo amico Oceano, include il Minifesto Insieme per gli Oceani, un “decalogo” a misura di bambino che raccoglie otto semplici eco-azioni, piccoli gesti che tutti

1 La graduatoria di ammissione dei progetti è pubblica e consultabile sul sito del Ministero dell’Istruzione. La pubblicazione dei singoli progetti sul portale RiGenerazione, invece, è attualmente in corso.

possono compiere a ogni età per aiutare la natura e con lo scopo di educare studentesse e studenti ad abitare il Pianeta in modo nuovo e rispettoso.

Insieme per gli Oceani, lanciato con il contributo de La Fabbrica come partner tecnico, ha già coinvolto più di
5.000 Scuole Italiane Primarie e più di 112.500 bambini. Lo scorso settembre 1.500 nuovi istituti hanno richiesto il kit dei materiali che verrà utilizzato a partire da gennaio del prossimo anno e permetterà a molti piccoli studenti di approcciarsi al mondo della sostenibilità con l’aiuto di questa iniziativa.

Ogni anno, inoltre, Insieme per gli Oceani lancia un concorso finale destinato alle Scuole con l’obiettivo di premiare la sensibilità, l’attivismo e le creatività delle bambine e dei bambini che imparano ad avere a cuore la grande risorsa blu e tutti gli esseri viventi che lo abitano.

“Siamo orgogliosi del progetto Insieme per gli Oceani, sviluppato grazie alle partnership di valore con WWF e La Fabbrica, e che ha coinvolto un sempre più ampio numero di Scuole Primarie a sottolineare l’importanza della promozione di pratiche sostenibili nella vita di tutti i giorni. La salvaguardia degli oceani e la tutela degli ecosistemi sono da sempre al centro dell’impegno di Rio Mare: un obiettivo che può essere raggiunto attraverso il coinvolgimento di tutti, a partire da quelle che saranno le generazioni del domani”, ha dichiarato Luciano Pirovano, Global Sustainable Development Director Food di Bolton Group. “Essere stati inseriti nel Piano RiGenerazione Scuola del Piano nazionale del Ministero dell’Istruzione è per noi un grande riconoscimento che si inserisce nel nostro percorso trasformativo nell’ambito della sostenibilità, che testimonia il nostro impegno e l’attenzione che rivolgiamo alle nuove generazioni in termini di istruzione”.

“L’impegno per la promozione di pratiche sostenibili è da sempre al centro della nostra attività per la salvaguardia del Pianeta e dei suoi abitanti. Come WWF crediamo che l’istruzione abbia un ruolo centrale come strumento di cambiamento culturale e che possa essere un vero e proprio alleato per creare consapevolezza attorno a queste tematiche, soprattutto se a essere coinvolte sin da giovanissime sono le nuove generazioni. Siamo fieri di far parte del Piano RiGenerazione, augurandoci che il nostro progetto possa davvero fare la differenza a partire dalle cittadine e dai cittadini del domani”, conclude Martina Alemanno, Education Programme Manager del WWF Italia.

#RioMare #wwf

Redazione Agenfood

Agen Food è la nuova agenzia di stampa, formata da professionisti nel campo dell’informazione e della comunicazione, incentrata esclusivamente su temi relativi al food, all’industria agroalimentare e al suo indotto, all’enogastronomia e al connesso mondo del turismo.

Agenfood
Back To Top