(Agen Food) – Seattle (USA), 30 set. – “Collaboratori, cinquant’anni fa Starbucks ha aperto le nostre porte al Pike Place Market di Seattle e il nostro viaggio è iniziato. Oggi siamo una parte orgogliosa di oltre 33.000 comunità in tutto il mondo. Fin dall’inizio, siamo stati un diverso tipo di azienda, radicata nella nostra missione: ispirare e coltivare lo spirito umano: una persona, una tazza e un quartiere alla volta.

Questa settimana, mentre celebriamo le Giornate nazionali e internazionali del caffè, continuiamo anche a celebrare il nostro anniversario importante, onorando l’eredità di Starbucks e di tutti i partner che ci hanno preceduto. Sono pieno di ottimismo per il nostro futuro: quello in cui diamo più di quanto prendiamo dal pianeta, creiamo un futuro sostenibile per il caffè, influiamo positivamente sulle comunità che serviamo e miglioriamo la vita di tutti coloro che si connettono in qualche modo a Starbucks.

Gli ultimi 18 mesi hanno sicuramente portato sfide senza precedenti nella nostra società, con una storica pandemia globale, eventi meteorologici estremi e ingiustizie razziali e sociali come solo alcuni esempi di ciò che stiamo navigando insieme. E mentre l’economia continua a riprendersi e sempre più clienti ritornano nei nostri negozi, stiamo affrontando nuove sfide della catena di approvvigionamento, complessità del personale e altre pressioni dei negozi, proprio come altri in tutto il settore. I nostri team operativi e di supporto hanno gestito queste sfide con flessibilità e grazia, lavorando con urgenza per trovare soluzioni. I partner di Starbucks sono rimasti resilienti, sempre all’altezza dell’occasione a supporto di altri partner mentre incontriamo i nostri clienti dove hanno bisogno di noi. Per questo, e molto altro ancora, sono così grato a ciascuno di voi e molto orgoglioso di essere un partner.

Sappiamo che il nostro successo – passato, presente e futuro – si basa sul modo in cui collaboriamo. Questa cultura di appartenenza è sia la nostra eredità che il nostro futuro.

Dal 1971, abbiamo cercato di ispirare e coltivare lo spirito umano chiedendoci, ripetutamente e frequentemente, “Cosa è possibile?”. Vi faccio la stessa domanda oggi. Cosa è possibile se trascorriamo i prossimi 50 anni utilizzando ciò che abbiamo imparato nei primi 50 per migliorare la vita delle persone, migliorare il pianeta e migliorare tutta l’umanità?

Vi invito ad unirvi a me nella costruzione del nostro prossimo capitolo della nostra storia. Un capitolo in cui insieme creiamo un impatto positivo sulle persone e sul pianeta, basato su ciò che Starbucks ha imparato negli ultimi 50 anni: quel “possibile” è solo l’inizio.

Con grande stima e gratitudine,

Kevin”

#starbucks #50anniversario