Skip to content

Il nuovo Americano Martini al Roma Bar Show

  • Redazione Agenfood
  • BEVANDE

(Agen Food) – Roma, 16 mag. – Martini, brand icona dell’aperitivo italiano, è tornato a Roma Bar Show a pochi mesi dalla celebrazione dei suoi 160 anni di storia, con l’esclusiva Terrazza Martini ricreata ad hoc per l’appuntamento più importante del mondo della mixology. È proprio in questa occasione che è stata presentata la nuova versione di uno dei classici dell’aperitivo con una proposta più leggere e rifrescante: l’Americano Martini, un’affascinante variante del tradizionale drink, presentato in un nuovo perfect serve in highball glass e con un’innovativa ricetta.

Special guest dietro al bancone di Terrazza Martini al Roma Bar Show Alex Frezza – owner e founder dell’Antiquario di Napoli: “Il nuovo Americano Martini in highball rappresenta perfettamente il concetto di aperitivo contemporaneo, la rinascita del momento sociale dell’incontro e della convivialità grazie ad un cocktail lungo che va bevuto in compagnia con tranquillità e piacere” ha dichiarato Alex Frezza.

La ricetta, infatti, è caratterizzata da una maggiore presenza di soda, che permette di alleggerire il classico cocktail, rendendolo più leggero e piacevole, perfetto per un momento pre-dinner. La nuova ricetta è stata sviluppata da MARTINI dietro consiglio di Flavio Angiolillo, owner di Farmily Group e tra i più influenti startender italiani. Il segreto risiede nella capacità di bilanciare gli elementi senza comprometterne il gusto. Il bicchiere alto, infatti, offre il vantaggio di aumentare la quantità di soda presente nel cocktail, regalando così un’opzione più fresca, ideale per un aperitivo che può essere servito anche nelle stagioni più calde. L’Americano MARTINI risulta quindi un drink leggero e rinfrescante, pur non perdendo la componente aromatica caratteristica del vermouth, ma anzi, consentendo ai suoi sapori di emergere in modo più delicato e bilanciato.

“La proposta di MARTINI è quella di un cocktail che, rispetto alla versione classica, si avvicina alla richiesta dei consumatori sempre più inclini a scegliere opzioni più dissetanti e leggere, soprattutto nel momento aperitivo” ha raccontato Massimo Barboni, General Manager Martini&Rossi. “Abbiamo scelto di presentare l’Americano MARTINI al Roma Bar Show, l’evento più importante nel mondo della mixology, per raccontare il vero cambiamento che sta avvenendo nel mondo del beverage dal punto di vista dei consumatori. La presenza qui con noi di Alex Frezza e del team dell’Antiquario di Napoli, infatti, dimostra come anche un locale che è tra i 50 World’s Best Bars ha riscontrato questa esigenza da parte del pubblico ed è sempre più orientato a soddisfare le richieste dei consumatori stessi.

La ricetta dell’Americano Martini: 4 cl MARTINI Riserva Speciale Bitter 4 cl MARTINI Rosso 6 cl Soda Ghiaccio Fetta di arancia Scorza di limone

A Roma Bar Show Martini ha presentato anche la nuova drink list dell’Antiquario di Napoli, con una sezione specifica dedicata solo al cocktail Americano Martini nel nuovo perfect serve in highball. 5 nuove proposte create ad hoc in collaborazione con i ragazzi di Shake Your Future. Shake Your Future è il progetto di responsabilità sociale dedicato ai più giovani e promosso da Martini & Rossi, parte del gruppo Bacardi, che offre alle nuove generazioni l’opportunità di intraprendere una carriera nel mondo della mixology, ed è proprio dall’esperienza vissuta da questi ragazzi che sono nate queste nuove proposte del tradizionale Americano. Un’opportunità, quella di essere presenti con una propria idea nel menu di uno dei più rinomati locali a livello internazionale, che evidenzia l’importanza per l’azienda di dare spazio ai giovani che rappresentano il futuro nel mondo della mixology.

Redazione Agenfood

Redazione Agenfood

Agen Food è la nuova agenzia di stampa, formata da professionisti nel campo dell’informazione e della comunicazione, incentrata esclusivamente su temi relativi al food, all’industria agroalimentare e al suo indotto, all’enogastronomia e al connesso mondo del turismo.

Agenfood
Torna su
×