Skip to content

Esce “Globesity”, il primo romanzo, food thriller, di Andrea Segrè

Tempo lettura: 3 minuti

(Agen Food) – Roma, 14 feb. – Giorgio Pani, un giovane e inesperto ricercatore dell’Università di Padova, dedica la sua tesi di dottorato agli effetti della dieta mediterranea sulla salute. Un tema che lo porta a pianificare un viaggio attraverso i Paesi più rappresentativi del Mare Nostrum, dove la dieta è stata “scoperta” da Ancel Keys negli anni Sessanta, dove si è naturalmente radicata e diffusa ma è sempre meno praticata.

Questo lo sfondo in cui si apre Globesity. La fame del potere (Edizioni Minerva 2024, 149 pagg. € 16,90), il primo romanzo di Andrea Segrè, professore di economia circolare e divulgatore scientifico, fondatore del movimento “spreco zero” in Italia e in Europa, noto per il lungo impegno in ambito saggistico intorno ai temi dello spreco alimentare e dello sviluppo sostenibile. Globesity è il suo primo cimento nella scrittura narrativa: un food thriller in libreria dal 28 febbraio, alle soglie della Giornata mondiale dell’Obesità – 4 marzo 2024 – che ci proietta in un intrico internazionale di trame intessute nella fiction, eppure sospese fra immaginazione e  realtà.

Perché l’insidia della “bomba calorica” è già fra noi: la maggior parte della popolazione mondiale (51%, oltre 4 miliardi di persone) vivrà in sovrappeso o con obesità entro il 2035, se si confermeranno le tendenze attuali, e l’impatto economico globale del sovrappeso e dell’obesità potrà superare i 4 trilioni di dollari annui, quasi il 3% del PIL globale. Più o meno l’impatto prodotto dal COVID-19 nel 2020, come sottolinea il rapporto World Obesity Atlas 2023 (World Obesity Federation). Costruito dunque in uno scenario straordinariamente attuale – il pianeta dei paradossi «dove metà del mondo lotta contro obesità e sovrappeso, e l’altra metà contro la sottoalimentazione», spiega Andrea Segrè – Globesity mixa realtà scientifica e pura invenzione letteraria. In pochi attimi la prospettiva cambia totalmente: si rovescia il confine fra bene e male, fra scienza buona e cattiva, fra fame e sazietà. Tutto, nelle pagine del libro come nella realtà, può succedere. E se il “contagio” arriva dal cibo, lo spettro della pandemia da obesità diventa il peggiore degli incubi

GLOBESITY, SINOSSI

Per la sua tesi di dottorato il giovane ricercatore Giorgio Pani parte da Cipro. Proprio qui, a Nicosia, si imbatte nell’affascinante professoressa Elif Demir e nel suo team di scienziati, impegnati in una ricerca molto simile alla sua, in un laboratorio all’avanguardia alla periferia della città. Giorgio entra immediatamente in sintonia con il team, e la professoressa decide di affidargli una ricerca sul campo, nella quale sarà affiancato dal più esperto collega Pablo Garcia. Si tratta di una sperimentazione destinata ai principali Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, e che hanno fatto di grano, olio, frutta, verdura, pesce e carne fresche la chiave della loro cucina tradizionale. Un’offerta che Giorgio Pani non può rifiutare. Ma il viaggio si rivela fin da subito pieno di tribolazioni: i due ricercatori sono tallonati da misteriosi uomini che non intendono farli proseguire nella ricerca, costringendoli a fuggire fortunosamente per il nord Africa. Da Tunisi raggiungono l’Algeria, il Marocco, Ceuta e Melilla, per poi attraversare il Mediterraneo e, dopo una breve tappa a Malaga, approdare negli Stati Uniti. In terra americana, Giorgio si renderà conto di essere incappato in un oscuro complotto: ricercatori al servizio delle multinazionali di junk food sono i burattinai di una nuova molecola in grado di modificare il metabolismo umano.

L’AUTORE

Andrea Segrè insegna Economia circolare e Politiche per lo sviluppo sostenibile all’Università di Bologna. È noto per le ricerche e i progetti pionieristici sullo spreco alimentare: fondatore di Last Minute Market e della Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare (5 febbraio), Andrea Segrè è direttore scientifico della campagna pubblica di sensibilizzazione Spreco Zero e dell’Osservatorio Waste Watcher International sul cibo e le abitudini alimentari. Nelle ultime stagioni la sua  ricerca è focalizzata anche sullo ‘ius cibi’, il diritto al cibo e la cittadinanza alimentare come nuove frontiere di civiltà per le società contemporanee. È attualmente Consigliere speciale del Sindaco di Biologna per le politiche alimentari urbane e metropolitane. Globesity è il suo primo romanzo.

Redazione Agenfood

Agen Food è la nuova agenzia di stampa, formata da professionisti nel campo dell’informazione e della comunicazione, incentrata esclusivamente su temi relativi al food, all’industria agroalimentare e al suo indotto, all’enogastronomia e al connesso mondo del turismo.

Agenfood
Torna su
×