(Agen Food) – Roma, 03 dic. – Grande successo per il primo Campionato Mondiale di Originale Pinsa Romana, organizzato da Luca Bucciarelli dell’Associazione Pinsa Romana nella sede Di Marco, l’azienda che ha inventato la vera Pinsa Romana. Numerosa la presenza di pinsaioli, con la partecipazione – oltre all’Italia – di Paesi come Canada, Spagna, Danimarca e Olanda.

A salire sul massimo gradino del podio è stato Giuseppe Aloisio de “La Rustica” da Isola di Capo Rizzuto, la sua saporita Pinsa calabrese a base di ‘nduja e fili di peperoncino ha convinto tutti. Al secondo posto Riccardo Ciogli de “Il Pomodoro” da Roma che ha scelto i gusti delicati di una Pinsa vegetariana farcita con pomodori datterini, stracciatella e cipolla caramellata. Bronzo per Sathya Russo di “Officina 51” da Catania che ha proposto una sfiziosa Pinsa a base di capocollo, broccoletti e zeste di limone.

La competizione è stata serrata con la preparazione di sfiziosi tipi di Pinsa Romana Originale con farciture a caldo, a freddo, gourmet, esotiche o tradizionali.

Duro il compito della selezionata giuria dell’evento, formata dai membri del Consiglio Direttivo dell’Associazione, Maurizio Capodicasa e Bruno De Rose, e dall’Ambasciatore dell’Originale Pinsa Romana Fabrizio Bellucci, chiamata a giudicare le caratteristiche principali che contraddistinguono l’esecuzione dell’Originale Pinsa Romana: impasto, stesura, forma farcitura e infine cottura. Ai concorrenti è stato chiesto di preparare non solo una Pinsa Romana, ma anche una Pinsa focaccia semplice, con olio e sale, per valutare meglio la tecnica di esecuzione. La gara si è svolta in un’unica tranche e la classifica finale è stata decretata dalla somma dei punteggi delle due preparazioni.

Il successo dell’iniziativa ricalca quello della Pinsa Romana, ormai apprezzata a livello internazionale grazie alla sua leggerezza e fragranza e che oggi viene preparata in 7.000 Pinserie su scala globale.

“Siamo molto soddisfatti per il grande successo del primo Campionato Mondiale di Originale Pinsa Romana e del riscontro che ha suscitato fra i nostri associati. È stata una giornata ricca di emozioni e un’occasione che ci ha permesso di celebrare i vent’anni dell’invenzione da parte di mio padre, Corrado Di Marco, della vera Pinsa Romana. Con questo evento abbiamo voluto non solo far esprimere tutta l’abilità e la qualità dei pinsaioli in gara, ma anche sottolineare l’attività della nostra Associazione a tutela dell’autenticità della Pinsa Romana”, ha commentato Alberto Di Marco, Presidente dell’Associazione Originale Pinsa Romana.

#CampionatoMondialediOriginalePinsaRomana #GiuseppeAloisio