(Agen Food) – Fasano (BR), 21 gen. – di Alessia De Luca e Rosalba Teodosio – Una passione che da mestiere si trasforma in successo. Gioioso Ittica – leader di riferimento del Sud Italia nell’organizzazione, selezione, lavorazione e distribuzione di prodotti ittici freschi, allevati, congelati e surgelati, per GDO, grossisti, pescherie, commercio all’ingrosso e ristorazione – dal cuore della Puglia leva l’ancora verso l’Europa, grazie al suo nuovo progetto Don Pesce.

Ne abbiamo parlato con il titolare dell’azienda, Mario Gioioso.

Gioioso Ittica, oggi azienda leader di riferimento per il Sud Italia nella selezione, lavorazione e distribuzione di prodotti ittici per GDO, grossisti, pescherie, commercio all’ingrosso e ristorazione, affonda le sue radici in una tradizione famigliare che si tramanda da tre generazioni. Mario, vuole parlarci di come si è evoluta negli anni la vostra attività?

Io rappresento la terza generazione. Sostanzialmente, mio nonno era un pescatore, mio padre ha creato una realtà commerciale importante, noi abbiamo emancipato l’attività. Non si tratta di una grandissima azienda, ma è sicuramente un’azienda molto completa, se pensiamo che tocchiamo tutti gli ambiti commerciali, di tutte le tipologie di produzione che riguardano l’ittica, addirittura all’interno è presente una salumeria. Abbiamo moltiplicato la produzione artigianale che faceva mio padre, raggiungendo oggi numeri industriali che conservano però la qualità.  

La qualità è da sempre uno dei vostri marchi di fabbrica, circostanza ulteriormente avvalorata dal possesso della certificazione UNI EN ISO 9001:2008. Quali sono i requisiti che i vostri processi produttivi devono soddisfare per garantire l’eccellenza del prodotto e del servizio forniti?

Noi siamo stati la prima realtà ittica certificata, nel 2000, quando ancora nessuno possedeva questa tipologia di certificazione, ma oggi anche questi requisiti sono superati. I requisiti aziendali di qualità si rifanno molto alla politica aziendale che si può riassumere in una frase: “Non produrre ciò che non daresti da mangiare a tuo figlio”. Tutto il resto rappresenta burocrazia che sottrae tempo all’azienda.

Parliamo di pesca sostenibile, una politica, o forse meglio, una scelta etica, che la vostra azienda ha sempre praticato e incentivato. Quant’è importante, oggigiorno, preservare il patrimonio ittico locale e mondiale?

In termini di importanza non esiste un parametro numerico: parliamo di qualcosa di sostanzialmente vitale. La sfida di oggi è cercare di muovere le coscienze. Se compiamo da soli scelte sostenibili, questo non porta a nulla. Il mare deve essere rispettato da tutti coloro che operano nella filiera, i singoli non bastano. Ho portato questa mia idea supportata da esperienze tangibili e da numeri anche al Parlamento Europeo qualche anno fa. Il problema è che oggi la priorità è fare cassa, e invece è l’economia che dovrebbe essere a servizio dell’uomo. E ciascuno dovrebbe dare l’esempio, tentando di ‘contaminare’ il pensiero e l’operato degli altri.  

Anche se ormai affermata sul mercato internazionale, Gioioso Ittica conserva una forte connotazione territoriale, saldamente radicata nella storia e nelle tradizioni della Puglia. Quanto conta conoscere a fondo e valorizzare i prodotti del proprio territorio, prima di affacciarsi su mercati di più ampio respiro?

Conta moltissimo. Noi siamo un’azienda particolarmente identitaria. Abbiamo avuto la fortuna – non il merito – di nascere in questo territorio che amiamo tantissimo. La Puglia è la culla della tradizione culinaria, legata molto al mare. Qui è ancora fondamentale la tradizione, il nonno che insegna a sua nipote i segreti della cucina, lontano dalle sofisticazioni industriali. Qui ancora troviamo residui di questa cultura che fanno resistenza al cambiamento.

Don Pesce è il nuovo progetto di casa Gioioso dedicato all’e-commerce, mediante il quale sarà possibile far arrivare il vostro pesce direttamente a domicilio, sulle tavole degli italiani. Cosa vi ha spinto a rivolgervi anche a questo target di consumatori?

Don Pesce vuole dare un’identità al prodotto così che l’acquirente abbia la consapevolezza di cosa sta consumando, potendo in questo modo scegliere davvero. Chi acquista Don Pesce sa bene cosa c’è dietro. Il progetto nasce dal bisogno di ‘culturizzazione’ del prodotto, così che chi ci sceglie sappia esattamente perché lo fa.

Mario, in un mercato come quello dell’e-commerce, che non prevede l’interazione fisica tra i soggetti coinvolti, secondo lei è possibile instaurare quel rapporto di fiducia reciproca tra produttore e consumatore tipico delle pratiche commerciali tradizionali?

Io non ho esperienza di e-commerce, ci stiamo avvicinando solo adesso. Mi rendo conto che il mondo web è differente, più ‘freddo’. Il progetto è partito, la piattaforma è ultimata, abbiamo organizzato contratti e logistica, e stiamo per dare lo start all’iniziativa. Pensiamo di partire per fine febbraio, quando la disponibilità di prodotto sarà ‘naturalmente’ più ricca. Cercheremo infatti di approcciarci a questo canale non come fa la distribuzione organizzata, che deve avere sempre e tutto disponibile, ma rispettando i tempi e i frutti stagionali di madre natura. Metteremo sul mercato esclusivamente la produzione che è disponibile senza alcuna alchimia chimica.

E’ risaputo che i prodotti ittici, soprattutto se di alta qualità, hanno costi elevati, non alla portata di tutte le tasche. La vostra formula di e-commerce vi consente economie di scala tali da ampliare il bacino di utenti che possono avere accesso alla vostra proposta?

Questa è la nostra sfida. Ovviamente il prodotto distribuito online ha dei costi addizionali rispetto alla vendita classica, ci sono costi di packaging e dei costi di logistica che pesano. Tenteremo, se non di azzerare queste spese aggiuntive, di abbatterle perché siamo direttamente i produttori e scaliamo diversi passaggi.

Quali saranno i tempi di consegna? E da dove partirete con la distribuzione?

I tempi di consegna sono previsti entro le 48 ore dall’ordine. Partiremo dall’Italia, per poi estenderci a tutta l’Europa. Con consegna sempre entro 48 ore.

#GioiosoIttica #DonPesce #MarioGioioso