(Agen Food) – Parma, 02 mag. – Il costo della guerra in Ucraina per il cibo italiano con l’analisi dettagliata sull’impatto per le imprese ed i consumatori è al centro dell’apertura del Cibus domani, martedì 3 maggio alle ore 9,30, nello stand della Coldiretti al Padiglione 8 – Stand J024 – I024 inaugurato con la presenza del Presidente nazionale Ettore Prandini.

Il conflitto ha fatto balzare i costi di produzione a carico delle imprese della filiera agroalimentare e provocato inflazione, carenza di alcuni prodotti alimentari e aumento della povertà alimentare, con un effetto dirompente sull’attività delle imprese e sulle tavole dei consumatori. Per l’occasione sarà aperta la prima mostra per toccare con mano i rincari dei prezzi dal campo alla tavola e diffusa l’indagine Coldiretti- “La guerra nel piatto” sugli effetti del conflitto sulla filiera agroalimentare.

Durante l’apertura del Cibus dal 3 al 6 maggio nello stand Coldiretti si svolgeranno degustazioni di specialità del territorio, corsi di assaggio e conoscenza dell’extravergine organizzati dall’Evooschool e incontri di approfondimento organizzati da giovani, donne, e senior su cibo, alimentazione e salute che si concluderanno il 6 maggio con la presentazione nello stand, in collaborazione dal Politecnico di Milano, del primo box salvavita che consente di misurare lo stato di salute e di benessere complessivo delle persone anche in funzione della loro alimentazione quotidiana.

Tutti i giorni cuochi contadini di Campagna Amica in azione con le ricette anti-spreco della tradizione per risparmio e salute.

#coldiretti #cibus2022 #sprecoalimentare #rincari