skip to Main Content

Lidl Spagna lancia il sacchetto antispreco per frutta e verdura

Tempo lettura: 3 minuti

(Agen Food) – Barcellona (Spagna), 24 mar. – Lidl implementa nuove misure preventive per evitare lo spreco di cibo. Tra questi c’è il lancio negli oltre 650 negozi che la catena ha in Spagna di quella che ha definito la ‘ borsa anti-spreco’. Si tratta di una confezione disponibile a tre euro e che contiene frutta e verdura che non soddisfano i canoni estetici convenzionali ma sono comunque perfettamente idonee al consumo, oppure fanno parte di una confezione che ha subìto qualche tipo di danno senza intaccare la qualità del prodotto.

Questa misura è stata implementata nelle ultime settimane negli oltre 30 negozi che l’azienda ha nelle Isole Canarie, riuscendo a vendere più di 20.000 kg di frutta e verdura. Dopo il successo ottenuto, la catena ha deciso di implementare questa iniziativa nel resto dei suoi negozi nel paese.

Michaela Reischl, Direttrice CSR di Lidl Spagna assicura che: “ Ridurre lo spreco alimentare è una delle nostre priorità in termini di sostenibilità. Siamo fermamente impegnati nella prevenzione, nella pianificazione e nella gestione efficiente del nostro assortimento per ridurre al minimo lo stock di prodotti in eccedenza. Il lancio del sacchetto antispreco è un’ulteriore misura che mira a incentivare l’acquisto di frutta e verdura ancora idonea al consumo. Dopo il successo delle Isole Canarie, sono convinto che anche i nostri clienti nel resto del Paese accoglieranno molto positivamente questa iniziativa”.

Altre nuove azioni contro lo spreco alimentare

Parallelamente al lancio del sacchetto antispreco, Lidl sta sperimentando altre azioni nelle Isole Canarie per continuare a ridurre lo spreco alimentare. E dopo il suo successo, ha anche scelto di schierarli nei suoi oltre 650 negozi nel Paese. In particolare, le nuove iniziative sono:

Vendita del pane del giorno prima con uno sconto del 50%
Lidl sta progressivamente implementando la possibilità di offrire il pane del giorno prima con uno sconto del 50%. Tra i suoi articoli c’è il pane campione del mondo, il pane di segale al 67%, filoncini o le pagnotte con le noci.

Applicazione di un secondo sconto (50%) l’ultimo giorno di scadenza
Finora la catena applicava uno sconto del 30% su prodotti freschi come carne, pesce, yogurt, formaggi o insalate per vendere il prodotto prossimo alla data di scadenza o consumo preferenziale. Con l’obiettivo di incentivare ulteriormente il consumo di questi prodotti, Lidl ha ora deciso di applicare un ulteriore sconto del 20% nell’ultimo giorno della sua scadenza.

Applicazione di uno sconto del 30% sul proprio assortimento di prodotti surgelati e secchi
Un’altra delle misure da evidenziare è l’applicazione di uno sconto del 30% su prodotti che fino ad ora non avevano alcun tipo di sconto quando erano prossimi alla scadenza. Si tratta di prodotti secchi come biscotti, pasta o conserve oltre ai prodotti surgelati.

Misure che sono simbolo di un impegno specifico

Queste nuove misure si aggiungono alle molteplici iniziative che la filiera porta avanti da anni nell’impegno di ridurre lo spreco alimentare del 30% entro il 2025 e del 50% entro il 2030.

Per questo, tra le altre cose, Lidl ha un’efficiente pianificazione e gestione del suo assortimento con ordini ottimizzati e adeguati, dona cibo in modo permanente e continuo attraverso i suoi negozi a diverse ONG locali (più di 2,7 milioni di kg nell’ultimo anno) o trasforma i prodotti come pane, dolci, biscotti o legumi non idonei al consumo umano e rimossi dai propri magazzini, in farine per l’alimentazione animale, riuscendo ad evitare lo spreco di circa 4.900 tonnellate di cibo all’anno.

Tutto ciò ha permesso di diventare il primo supermercato a ottenere la certificazione Bureau Veritas sul sistema di gestione per ridurre al minimo gli sprechi alimentari (SG-MDA) in tutti i suoi negozi e centri logistici in Spagna.

Redazione Agenfood

Agen Food è la nuova agenzia di stampa, formata da professionisti nel campo dell’informazione e della comunicazione, incentrata esclusivamente su temi relativi al food, all’industria agroalimentare e al suo indotto, all’enogastronomia e al connesso mondo del turismo.

Agenfood
Back To Top
×