(Agen Food) – Roma, 30 lug. – Dalla famosa serie “Campbell’s Soup Cans” di Andy Warhol, la lattina rossa e bianca di Campbell è stata radicata nell’arte e nella cultura pop. 

Per celebrare un nuovo design di etichetta, Campbell si sta immergendo nel mondo dell’arte digitale e sta per rilasciare il suo primo token non-fungibile (“NFT”). 

La collezione di 100 opere d’arte NFT autenticate da Campbell intitolata “AmeriCANa – SOPHIA CHANG X CAMPBELL’S” è stata creata dalla celebre artista e illustratrice di street style Sophia Chang.

L’etichetta rinnovata evoca anche oggi lo stesso senso di comfort, bontà e stile “a stelle e strisce” di sempre.

Campbell ha deciso di collaborare con Sophia Chang perché le sue opere d’arte multimediali danno una svolta ai classici stili artistici americani attraverso una narrazione visiva unica. 

Un’autoproclamata passione per le zuppe Campbell sin da bambina, l’approccio narrativo alla sua arte e la passione per potenziare le comunità, sono tutti elementi che si intrecciano nella sua interpretazione dell’amata e famosa lattina, creando allo stesso tempo lo spazio per un’interpretazione moderna del marchio al giorno d’oggi. Questo NFT è un tributo alla continua evoluzione di Campbell mostrata attraverso i design iconici che è riuscita a produrre nel corso degli anni.

“Alcune delle opere d’arte più famose mai create sono state ispirate dalla lattina rossa e bianca di Campbell: il design è un punto fermo nel settore del food quanto lo è la cultura americana”, ha affermato Chang. “Come narratrice visiva, sono sempre alla ricerca di nuovi modi per esprimere la mia creatività. Volevo rappresentare l’amata etichetta con parole chiave che per me si collegassero al marchio, includendo al contempo un elemento fotorealistico dell’etichetta nuova per celebrare il nuovo design”.

Mantenendo i famosi colori rosso e bianco amato da tante generazioni, l’etichetta Campbell ridisegnata presenta diversi nuovi elementi per rendere contemporaneo il marchio ma rispettando al contempo la sua eredità, tra cui una riscrittura modernizzata del logo, basata sulla firma originale del fondatore Joseph Campbell. I fan di Campbell’s riusciranno sicuramente ad individuare ulteriori elementi nascosti, tra cui la “C” di Campbell nel giglio e la “O” inclinata nella parola “soup” che rende omaggio alle lettere della prima etichetta rossa e bianca del 1898.

“Abbiamo intrapreso un viaggio per re-immaginare questo marchio iconico e attrarre le nuove generazioni di consumatori che cucinano a casa più che mai, pur onorando la nostra ricca storia”, afferma Linda Lee, Chief Marketing Officer, Meals & Beverages, di Campbell Soup Company. “La commissione della nostra prima opera d’arte NFT rende omaggio al nostro posto nell’arte e nella cultura pop. Sophia è stata una scelta naturale data la sua sensibilità per la Street Art, il suo amore per il marchio Campbell e il suo legame con il mondo dell’arte”.

Tutti i proventi della vendita delle NFT andranno in beneficienza a favore di Feeding America. 

#campbell #sophiachang #americANA #NFT #feedingamerica