Skip to content

Hassler Roma, Maretti Editore racconta 130 anni di magia

  • Redazione Agenfood
  • LIBRI, NL

(Agen Food) – Roma, 16 ott. – Raccontare la storia facendola scorrere su pagine sfogliate dal vento, mostrare immagini e suggestioni di una vita intrisa di magia dentro stanze fatte di eterno, catturare su fogli fruscianti e profumati di sogno giornate indimenticabili trascorse nell’armonia di un luogo senza eguali…

È questo che Giulia Grill e Corrado Ruggeri sono riusciti a fare nel libro “Hassler Roma” che, grazie a Maretti Editore, racconta l’Hotel “fiore all’occhiello” della famiglia Wirth giunto al suo 130° compleanno.
Aprendo la copertina dell’opera sgorga, come acqua da una sorgente, la narrazione di identità e passato, di sfarzo ed eleganza, di stelle e celebrità, di desideri ancora da esaudire e notti stellate sotto al più bel cielo del mondo.

Nato da un’idea sbocciata durante un’amabile chiacchierata avvenuta l’anno scorso, durante la quale Roberto Jr. e Veruschka Wirth ragionavano di come si approssimasse il 130° anniversario di Hassler Roma, il libro è diventato poi realtà, per descrivere le caratteristiche di un Hotel che, “al di là di tutti i magnifici aggettivi che gli si possono attribuire – dice Giulia Grill, una dei due autori dei testi -, sta tutto in cinque parole: tradizione e innovazione, eccellenza ed eleganza, e famiglia”.

Una realtà curata con amore e passione da Maretti Editore che, in 25 anni di esperienza, ha manifestato la chiara propensione e l’amore “smodato” per tecnica, precisione, gusto, esperienza e storia, e che ha colto al volo l’opportunità di celebrare Hassler Roma, smaccata espressione di tutto ciò.

Coautore del libro il grande giornalista Corrado Ruggeri, grande amico dell’imprenditore e proprietario dell’Hotel, Roberto E. Wirth, padre di Roberto Jr. e Veruschka, che è mancato nel giugno del 2022 ed a cui infatti è dedicato il volume.

“Anche Corrado, purtroppo, è mancato lo scorso aprile – racconta Grill -, ma il suo splendido stile spicca nei cinque capitoli che ha curato, in questo che è un viaggio nella storia di una struttura che attraversa tre secoli, dal 1893 ad oggi, e che narra di regole e particolarità di una dimora dal fascino immortale. Un luogo in cui il gusto del bello e del buono è costantemente esaltato dalla continua ricerca di quel rinnovamento che mantenga l’offerta al passo con i tempi, ma nel rispetto assoluto della tradizione che lo ha fatto grande”.

Così il volume racchiude nelle sue 224 pagine oltre un secolo dell’albergo fra i più iconici della Capitale che, come un romantico rotocalco, dopo sei generazioni mantiene intatto l’allure che ne fa un gioiello dell’accoglienza, capace di garantire ai suoi ospiti un’esperienza assolutamente indimenticabile incorniciata nel luogo più desiderato del mondo.

Al n°6 di Piazza Trinità dei Monti, affacciato sulla scalinata più famosa del globo, l’Hassler Roma ha saputo esaudire fra discrezione e stile i desideri di centinaia di membri di famiglie reali, attori, cantanti, e altri Vip di ogni genere, che hanno lasciato il segno del loro passaggio arricchendo un luogo già incredibilmente bello con stupendi “cadeaux”, racchiusi nel libro come gemme preziose in un cofanetto, insieme a racconti e aneddoti indimenticabili.

Ci sono innumerevoli momenti straordinari nel vissuto dell’Hassler, come dice Giulia Grill che ricorda la vibrante emozione che si scatenò quando Madonna, ospite dell’Hassler in occasione della presentazione di Evita assieme a tutto il cast, si affacciò dalla finestra della sua suite intonando alcune note di “Don’t cry for me Argentina” facendo esplodere una Piazza di Spagna straripante di fan.
O ancora l’entusiasmo e il compiaciuto commiato del principe del Galles, oggi Re Carlo d’Inghilterra, che lasciando l’Hassler non potè evitare di complimentarsi per la superba accoglienza ricevuta.

È impossibile, insomma, non restare ammaliati dalle storie impresse nel libro che rapiscono l’attenzione, svelando curiosità e segreti di un mondo rispetto al quale questo volume apre le porte del sogno. Perché fra le pieghe del volume compaiono come in un film d’autore immagini familiari di una tradizione mai sopita, che vive in pienezza nella conduzione capace di Roberto Jr. e Veruschka Wirth; ma anche istantanee di celebrità che, arrivando a Roma, non hanno potuto rinunciare alla magia e al confort di una struttura in cui la vocazione storica e identitaria è pari alla sua eminente bellezza.

Nei sette capitoli si snoda la storia dei Wirth, di cui Roberto e Veruschka sono la sesta generazione. Una dinastia di famosi albergatori svizzeri che tramandano di padre in figlio, con cura e maestria, l’arte dell’accoglienza al più alto livello. E i due rampolli che oggi tengono le redini dell’Hassler Roma, con la loro giovinezza, l’entusiasmo e la verve, la freschezza e la competenza necessari, proseguono e sviluppano con orgoglio il percorso intrapreso dal padre, mantenendo quell’indipendenza e quell’unicità che sono la cifra distintiva del carattere e della personalità di un brand alberghiero italiano che racchiude nel suo carnet, oltre al gioiello romano, anche altre “preziosità” come il Palazzetto, il Vannucci, Borgo Bastia Creti e Parco del Principe, fra la Toscana e l’Umbria.

E c’è di più. Anche la forza dell’efficienza, l’eleganza di una perfetta organizzazione, l’armonia di un’equipe vincente emergono da questo libro che, attraverso le interviste ai protagonisti della struttura, descrive una macchina impeccabile racchiusa nella silhouette di una struttura regale. E, ancora, ogni particolare, il gusto degli arredi, la ricercatezza delle location, i dettagli di stile, via via fino al lusso degli ambienti e a quella cucina sublime detentrice di 1 Stella Michelin.

Quel sottotitolo editoriale scelto per la pubblicazione, “Una scala per il Paradiso”, non poteva essere più adatto per presentare un volume capace di mostrare in tutta la sua bellezza un Hotel che rende giustizia alla “Città Eterna”.

Il libro consegna al lettore 130 anni di stupore, gli svela un mondo patinato e affascinante, consentendo a chiunque voglia dire di “essere stato” all’Hassler Roma, scoprendone segreti e meraviglie, di poterlo fare!

Redazione Agenfood

Redazione Agenfood

Agen Food è la nuova agenzia di stampa, formata da professionisti nel campo dell’informazione e della comunicazione, incentrata esclusivamente su temi relativi al food, all’industria agroalimentare e al suo indotto, all’enogastronomia e al connesso mondo del turismo.

Agenfood
Torna su
×