skip to Main Content

It’S BIO: workshop a Bologna registra contrazione dei consumi

Tempo lettura: 2 minuti

(Agen Food) – Bologna, 09 feb. – di Pol. Cla. – It’s Bio è un progetto finanziato da Unione Europea e AOP Gruppo Vi.Va., con la partecipazione di Almaverde Bio, Apofruit, Codma OP, Cà Nova, Coop Sole, AOP La Mongolfiera, OrtoRomi e OP Terre di Bari. È stato organizzato a Bologna un  workshop,  nell’ambito delle attività del progetto europeo It’s Bio, cofinanziato da Aop Gruppo Vi.Va., circa i risultati Rapporto Coop Winter.

Si evince che nell’ultimo anno, l’ortofrutta biologica ha registrato una contrazione dei consumi. La tendenza di consumo 2024, vede in deciso miglioramento la propensione all’acquisto di ortofrutta, con il 45% del campione di consumatori che sarà guidato nell’acquisto 2024 dalla scelta di prodotti salutari.   Il benessere e il rispetto dell’ambiente sono i due driver principale per gli acquisti di ortofrutta biologica.

Dalla ricerca emergono alcune strategie che le insegne stanno realizzando per valorizzare il biologico nella propria offerta, e per rilanciare i consumi della categoria. Tra le principali si segnalano: il ripensamento del layout espositivo, la riorganizzazione dell’assortimento dando maggiore enfasi ai prodotti di stagione, la riorganizzazione della comunicazione del reparto per evidenziare meglio le valenze del biologico, lo sviluppo della MDD e la riorganizzazione delle promozioni.

Negli ultimi 10 anni (dal 2012 al 2023) la penetrazione del biologico ha raggiunto il 90% delle famiglie italiane, passando da 13 a 23 milioni di famiglie acquirenti. Secondo i dati Nomisma, presentati alla scorsa edizione di Marca, il mercato complessivo dei prodotti biologici ha raggiunto i 5754 mln di euro (a.t. luglio 23), segnando un +7% a valore nei consumi casalinghi (4207 mln€) e 1268 mln di euro (+18%) nel fuori casa. Al contrario, nel periodo gennaio – settembre del 2023, secondo dati CSO Italy, le vendite di ortofrutta bio hanno raggiunto poco meno di 520 milioni di euro, segnando un +2% a valore e un -9% a volume sul 2022.

Ernesto Fornari direttore di Apofruit dichiara che è necessario raggiungere volumi elevati e, soprattutto, di offrire al consumatore di biologico una continuità di assortimento e una gamma profonda di prodotti. Fra le innovazioni di prodotto per il bio, sono da annoverare le nuove varietà di kiwi giallo, Candine Bio, kaki Maxim, uva senza semi, nuove drupacee, agrumi bio come Tango/Tangold. Il marchio di Apofruit nel biologico è Almaverde che, negli ultimi anni, ha rivoluzionato il settore grazie alle Isole Bio nei supermercati.

Paolo Pari, direttore di Almaverde Bio dichiara che le Isole Almaverde Bio oggi sono 58, distribuite sull’intero territorio nazionale. La formula vincente è l’organizzazione dell’offerta in grado di rispondere alle esigenze dei diversi approcci di consumo: prodotti giusti per i consumatori alto spendenti di biologico, profondità di gamma, i consumatori di bio occasionali.Il legame diretto con la produzione rende l’offerta delle Isole Almaverde Bio elastica e con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Redazione Agenfood

Agen Food è la nuova agenzia di stampa, formata da professionisti nel campo dell’informazione e della comunicazione, incentrata esclusivamente su temi relativi al food, all’industria agroalimentare e al suo indotto, all’enogastronomia e al connesso mondo del turismo.

Agenfood
Back To Top
×